Regione Sardegna zona omogenea Olbia Tempio

Turismo Spettacolo e Promozione Territoriale ex Provincia Olbia Tempio

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

1° Itinerario - AGGIUS-TRINITA’ D’AGULTU- BADESI - Km 30 -

Un percorso della durata di mezza giornata. Il tratto di strada qui presentato si snoda a partire dal centro abitato di Aggius,  situato a 500 m  sul livello del mare, ai piedi della seghettata cresta granitica detta Monti di Aggius; caratteristico comune gallurese che nel corso degli anni ha dato maggior lustro all’aspetto estetico delle costruzioni con l’utilizzo del granito senza mai abbandonare le vecchie tradizioni. Un’ottima base da cui partire per gustosi itinerari enogastronomici è rappresentato dalla famosa SUPPA CUATA, fatta di pane duro imbevuto di brodo di pecora, pietanza che IN PASSATO  non poteva mancare sulle tavole dei Galluresi e ora viene servita in occasione delle numerose  Feste Campestri che si svolgono nell’intero arco dell’anno.

Tra le molte e gustose varietà di dolci, il paesino annovera nel periodo di Carnevale li Friscioli Longhi, che sembrerebbero nate proprio qui.

La visita non può considerarsi  terminata se non dopo esser passati per la Valle della Luna, che vantando  una  posizione  suggestiva  lascia chiunque senza parole.

Da Aggius proseguiamo in direzione Trinità d’Agultu per circa 15 km, attraversando paesaggi che dalle montagne e vallate misteriose conducono verso il mare. A soli 4 Km dalla costa, è considerato un centro turistico di grande interesse.

Considerata la posizione geografica non c’è dubbio che i piatti legati alla tradizione  marinara rappresentino prodotti di maggior evidenza culinaria. Sono stati i pescatori ponzesi a lasciare qui importanti fondamenti di cultura gastronomica. Si è cominciato così a preparare lo Ziminu (zuppa) di pesce, di capponi e scorfani, donzelle e gronchi, cozze, serraine, verdoni, boghe e la  Bultigghjata, che qualcuno usa ancora friggere con l'olio di lentisco, ovvero gli anemoni di mare passati nella semola. L'anguilla si andava a pescare durante i temporali, con i lombrichi, mentre nelle secche marine si catturano tuttora seppie, ricci e patelle. E come dimenticare la famosa aragosta alla catalana, e tante altre prelibatezze. Non si possono certo non menzionare i piatti a base di carne come il maialetto arrosto, l’agnello durante le festività pasquali e la grande varietà di formaggi freschi e stagionati.

A pochi Km da Trinità troviamo Badesi, anch’ essa piccola località che rappresenta geograficamente il confine del territorio della Provincia Gallura con quello dell’Anglona.

La produzione di formaggi, salumi, così come la tipica e  speciale MazzaVrissa, che si fa con la farina di grano duro e Lu Piciu, la panna fresca, che rappresenta il piatto di allevatori e agricoltori.Il paesaggio ricco di dune sabbiose che stanno a ridosso dell'amplissima spiaggia, popolate dalle diverse specie della macchia mediterranea e nelle quali vedono nascere importanti vigneti dai quali si producono dei vini di alto livello qualitativo e a tale proposito si annoverano alcune cantine come li DUNI, li SEDDI .

You are here: Itinerari Enogastronomici 1° Itinerario - AGGIUS-TRINITA’ D’AGULTU- BADESI - Km 30 -