Regione Sardegna zona omogenea Olbia Tempio

Turismo Spettacolo e Promozione Territoriale ex Provincia Olbia Tempio

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

80px-Tempio_Pausania-StemmaComune di Tempio Pausania

Altitudine 566 m s.l.m.
Abitanti: 14.230
Link: www.comune.tempiopausania.ss.it
.
.,.

300px-Tempio_Pausania_Panorama

Tempio Pausania (in gallurese Tèmpiu ), è una città di 14.230 abitanti posta a 566 mt. s.l.m. capoluogo, con Olbia, da cui dista 44 Km., della Provincia di Olbia-Tempio. Del comune fanno parte anche le frazioni di Nuchis, Bassacutena ed una parte del borgo di San Pasquale.

Principale centro amministrativo della provincia, ospita uffici previdenziali e finanziari statali ed il tribunale civile e penale (con competenza sull'intera provincia). E’ sede vescovile (diocesi di Tempio-Ampurias) e sede staccata dell'Università di Sassari.

Il territorio tempiese è tipico dell’alta collina ed assume le caratteristiche proprie della montagna in prossimità della cima del massiccio del Limbara (1359 mt.) i cui versanti sono ricoperti di fitti boschi (soprattutto querce e lecci) ed abitati da una ricca e varia fauna. I corsi d’acqua che discendono dalle pendici del monte confluiscono in parte nel Liscia ( nord est), in parte nel Coghinas (sud ovest).

Tempio ed i suoi dintorni conservano testimonianze archeologiche preistoriche e nuragiche. Al periodo prenuragico sono riconducibili le grotte di Montagnana e Monte Limpas mentre, al periodo nuragico, il villaggio del Monte Lu Finocchiu, le tombe di Monte di Deu e i nuraghi Izzana, Agnu, Polcu, Monte de Littu e Maiori. Scavi condotti nell'attuale piazza Gallura hanno rivelato la presenza di resti di un villaggio nuragico anche in prossimità del centro della città.

Nel periodo romano vi sorse il centro di "Gemellae” mentre, nel medioevo, il borgo di “Villa Templi” che faceva parte del Giudicato di Gallura.

Nel corso del XX secolo il vasto territorio comunale di Tempio è stato notevolmente ridotto con l’ottenimento da parte di alcune sue frazioni dell'autonomia comunale (Santa Teresa nel 1821, Arzachena nel 1922, Luogosanto nel 1954, Palau e Aglientu nel 1959, Telti nel 1963, infine Loiri-Porto San Paolo nel 1979).

L’economia tempiese è attualmente basata sulle piccole e medie attività industriali legate al settore alimentare, tessile, della lavorazione del legno e del sughero, meccanico e della lavorazione del granito. Rivestono anche importanza l’agricoltura (viticoltura, frutticoltura, orticoltura), l’allevamento di bovini, ovini e caprini. Importante la produzione vinicola della "Cantina Gallura" (Vermentino di Gallura DOCG, Moscato-Spumante di Tempio DOC, Spumanti e altri vini). Sviluppata la rete commerciale di cui usufruiscono anche gli abitanti dei centri minori della Gallura interna.

Il nucleo storico di Tempio ha conservato il suo assetto originario con palazzotti in granito del Settecento ed Ottocento ben conservati e di un certo pregio artistico. Piazza Gallura è il centro della città e a poca distanza da essa sorge la chiesa di San Pietro (XV sec.) Duomo della città e, di fronte a questo, l’oratorio del Rosario di forme gotico-aragonesi. Nel Parco delle Rimembranze si trova il Museo Bernardo Demuro che conserva numerosi cimeli del grande tenore tempiese. Poco distante si trova il Parco di San Lorenzo con l’omonima chiesetta in granito immersa in una rigogliosa pineta. Proseguendo si giunge alla Fonte di Rinaggiu, anch’essa posta all’interno di un suggestivo bosco, da cui sgorga l’acqua minerale nota sin dall’antichità per la sua purezza e le sue proprietà diuretiche.

Altri monumenti religiosi di pregio sono la chiesa di San Francesco (XVI sec.), quella di Sant’Antonio da Padova (XVII sec.) e quella di San Bachisio, molto antica e situata alle falde del Limbara.

A Tempio si svolge Il “Carrasciali Timpiesu”, il carnevale con sfilata di carri allegorici più famoso della Sardegna, che attira un gran numero di turisti da tutta l’isola.

Tempio è anche sede di manifestazioni musicali e culturali annuali in onore del cantautore Fabrizio De André, che ha vissuto parte della sua vita a Tempio, nella tenuta di L'Agnata, con la compagna Dori Ghezzi.


Pulsante_ricettivita Pulsante_ristorazione Pulsante_informazioni

You are here: I Comuni